Presentazione

Trattato di Anatomia Emozionale

Agli amanti, del corpo, dello spirito e altri inconvenienti

Un’invenzione, ispirata dalla magia e dal sogno, scritto versando lacrime e risa, col giuoco della parola e l’arte del disegnar.

Formule scientifiche, ricerche, sperimentazioni, terapie, rimedi, protocolli, ricoveri, pozioni, sortilegi, miracoli, stragi. Dal “Trattato di Anatomia” di Leonardo Da Vinci ai nostri giorni, si è detto e fatto di tutto intorno al nostro corpo e su come funziona.

Si sono fondate fabbriche, fazende clandestine, multinazionali, sistemi di governo con la chimera dell’immortalità. Ma le Scienze, anche quelle più alternative e illuminate, o forse il mercato sempre più spietato, hanno sempre lasciato un vuoto enorme, alla base del nostro “stare bene”: l’Emozione.

Ebbene, noi, esploratori dei misteri dell’anima e dello spirito, nel tentativo di colmare questa enorme lacuna, siamo lieti di presentare questo “Trattato di Anatomia Emozionale”, rinvenuto negli anfratti dell’anima del fantomatico scienziato Melanio Da Colìa, ricercatore di mali e terapie emozionali, redatto in epoche immaginifiche e celato fino ai nostri giorni dai dotti delle scienze razionali, che traccia una nuova mappa dei “Moti di Core” e i loro inconvenienti anatomici. Ispirato (o forse ispiratore) dal trattato di anatomia di Leonardo e dalla Teoria Umorale di Ippocrate, il Prof. De Colìa ha sezionato, analizzato, approfondito, descritto, illustrato e spudorato i meccanismi chimici delle emozioni e gli inconvenienti che ne derivano, provando e sperimentando le controindicazioni sulla sua stessa pelle.

Le tavole illustrano i “mali” tipici del poeta e del sognatore, il desiderio e la paura, i veleni e gli antidoti, che animano e contaminano la nostra ”Anatomia Emozionale”.

Diagnosi, rimedi, trucchi e complicazioni sono suggerite da luminari delle Arti, delle Scienze esatte, del Pensiero, del Mito, della Fantasia e dell’Immaginazione, attraverso una raccolta di fatti, miti e leggende, vere o mistificate, a volte totalmente inventate, alla ricerca dell’elisir dell’amore e dell’immortalità.

Questo immaginifico “Trattato” potrebbe definirsi un manuale terapeutico per guarire dai mali dell’anima, ad uso di tutti “gli amanti, del corpo e dello spirito, e altri complicazioni”.

Il “Trattato di Anatomia Emozionale” è stato presentato in anteprima il 12 Settembre 2017 al The Drawing Center di New York all’interno della rassegna “The Stone at TDC: Music & Visuals” organized by John Zorn, in performance con Marco Cappelli chitarra, Denver Butson voce recitante, Vj ‘Lapsus’ video e l’esposizione delle tavole di Virginia Caldarella.

Attenzione: questo trattato non è una ricerca medico scientifica, bensì opera della fantasia ad uso esclusivamente ludico-lettarario. Patologie, sintomi e rimedi realmente accaduti sono da considerarsi mere fatalità.

Nessun amante è stato maltrattato per la realizzazione di quest’opera.

 

Virginia Caldarella e Andrea Pennisi

 

Copertina Trattato di Anatomia Emozionale fronte copiaLa scheda del libro: 

  • Titolo: Trattato di Anatomia Emozionale
  • Autori: Illustrazioni di Virginia Caldarella e testi di Andrea Pennisi
  • Prefazione: Stefano Faravelli
  • Editore: Peruzzo Editoriale
  • Caratteristiche: Formato 23×32 cm, 80  pagine, carta patinata opaca 130gr., stampato in 2018 copie.
  • Confezione: Copertina rigida telata, brossura cucita, dorso quadro, capitelli
  • Stampa: Peruzzo Industrie Grafiche
  • Prezzo: Euro 24,00
  • Uscita: Aprile 2018oroborus disegno scontornato

Info: trattatoanatomiaemozionale@gmail.com – Tel. +39.3287534162

 

Annunci